Archivi tag: pelle

Cattiva sudorazione?

Purtroppo è un problema che affligge molte persone.

E’ molto imbarazzante essere nel bel mezzo di una riunione e sentirsi addosso un cattivo odore per un’eccessiva sudorazione.

Ci piacerebbe uscire la mattina ed essere freschi per tutto la giornata, ma questo non sempre è possibile, soprattutto con i primi caldi e magari perché ci si veste troppo.

In effetti è difficile azzeccare l’abbigliamento, non si sa bene cosa indossare.

Ci sono poi periodi della nostra vita nei quali questo fenomeno si può maggiormente accentuare, pensiamo ad esempio al periodo dell’adolescenza, o a quello della menopausa.

Qui la causa sarà sicuramente di natura ormonale.

Anche una cattiva alimentazione può essere all’origine di questo problema, o ancora l’uso di prodotti troppo aggressivi per la nostra pelle.

La bella notizia è che si può ovviare a questo problema con un metodo che ho testato personalmente.

Ascoltami bene: questi i miei tre suggerimenti per te!

Il primo è quello di lavarti bene le ascelle rigorosamente con acqua calda.

Il secondo è asciugarti molto, molto bene.

Il terzo: devi usare il deodorante giusto, e per giusto intendo che abbia le giuste caratteristiche che sono:

  • Rispettare il PH della tua pelle,
  • Essere delicato,
  • Senza sali d’alluminio
  • Privo di alcol
  • Non deve lasciare aloni sui vestiti

Perché tutto ciò funzioni, è molto importante che non sia mai alternato con altri deodoranti, perché perderebbe la sua efficacia.

Le ultime due caratteristiche che deve avere?

  • Deve durare tanto
  • Deve avere un buon rapporto qualità/prezzo  

Sono qui per dirti che esiste davvero un deodorante con tutte queste caratteristiche.

Lo puoi acquistare sul mio sito alla sezione “Come acquistare” alla voce “Igiene personale”.

Oggi con l’arrivo dei primi caldi, mi sembrava una buona idea parlarti di questo argomento e darti questi miei suggerimenti.

 Naturalmente sempre parlando di benessere tutto al naturale e biologico.

Se hai trovato utile questo articolo ti chiedo gentilmente di condividerlo.

Spero di esserti stata d’aiuto 🙂

La mappatura dei nei.

La mappatura dei nei è una forma di prevenzione che solitamente non rientra nella classifica degli accertamenti. A meno che non si siano riscontrate delle anomalie. 

E’ comunque di notevole importanza farla.

Quindi, se proprio non abbiamo voglia di eseguire la mappatura dei nei, seguiamo almeno la famosa regola dell’ ABCDE, che è l’acronimo di tutti gli aspetti che andrebbero tenuti d’occhio.

Vediamo come interpretare questo acronimo:

A come asimmetria della sua forma, tenere d’occhio se il neo cambia in modo veloce.

B come bordo, se diventa troppo irregolare o frastagliato per esempio.

C come colore, se diventa cangiante.

D come dimensione, se cambia in poco tempo.

E come evoluzione progressiva, cioè se cambia di colore, di dimensione e via di seguito in tempi brevi.

Insomma, anche noi possiamo riuscire a capire, qualora notassimo qualcosa di anomalo, se rivolgerci al medico ed eseguire la mappatura dei nei.

Per come la vedo io, la mappatura dei nei andrebbe fatta, sarà poi il medico a definire, in base al fototipo di pelle, quale consiglio adottare per i successivi controlli.

L’esame dal dermatologo si presenta assolutamente indolore, ed è in grado di stabilire precocemente se ci sono dei nei che hanno bisogno di un ulteriore approfondimento diagnostico.

Attenzione all’esposizione solare: la pelle necessita sempre di una buona protezione, anche quando è già abbronzata.

A tal proposito è la stessa abbronzatura che può rivelarsi di ostacolo per il dermatologo, nel senso che la pelle abbronzata potrebbe falsare la mappatura dei nei, essendo soggetti a fotoattivazione.

Sarebbe quindi meglio eseguire la mappatura dei nei prima dell’esposizione solare.

Altro consiglio importante è quello di seguire una sana alimentazione, ricca di frutta e verdura, assumendo anche i giusti integratori.

E’ molto importante fare il pieno di vitamine che serviranno alla nostra pelle per essere ben nutrita e sana. 

Per concludere un ultimo consiglio, molto importante, è quello di usare sulla nostra pelle solari e altre creme prive di sostanze chimiche, in sostanza biologiche.

Tutte queste azioni insieme faranno in modo che la nostra pelle sia protetta il più possibile dalle aggressioni sia interne, che esterne.

🙂

Psoriasi.

E’ un disturbo cutaneo non contagioso, quella più diffusa è quella a placche, caratterizzata da lesioni cutanee rigonfie, coperte da scaglie bianco-argentee. Altri tipi sono caratterizzati da vesciche simili a pustole, accentuata desquamazione cutanea, puntini simili a gocce e chiazze lisce infiammate.

Le cause non sono così chiare: in genere si sospetta una componenete genetica, in quanto la psoriasi è ereditaria. Le sedi più colpite sono gomiti, ginocchia cresta tibiale, cuoio cappelluto e la regione immediatamente sotto le mammelle.

Non esiste una vera e propria cura, per i medici è una malattia cronica, cioè recidivante, tuttavia possono insorgere componenti psicologici del tipo imbarazzo, frustrazione, depressione e perdita dell’autostima, proprio per questo viene consigliata una cura per lo stress, unita a una sana alimentazione e ad una riduzione del consumo di alcol.

Questa affezione è generalmente più diffusa tra le donne. Dato che la psoriasi spesso viene scatenata dallo stress, o come credono alcuni ipnoterapeuti, è il risultato di emozioni represse, le tecniche di rilassamento come l’autoipnosi possono essere molto efficaci. Altre sono le tecniche utilizzate per stare meglio con questo disturbo: dall’agopuntura, alla fototerapia, alla riflessologia, ecc.

Tra le tante trova spazio  la fitoterapia, per esempio con l’uso di Aloe Vera Gel e Omega tre  per uso interno, Gel di Aloe e Propolis in crema per via cutanea, possiamo dire che si ottengono ottimi risultati.

In questo caso l’uso sia interno, che esterno, si rende necessario e utile.

Alcuni ricercatori dichiarano che, tra le tante proprietà dell’Aloe, ci sarebbe quella di limitare la proliferazione delle squame psoriasiche.

😃

Scrub Corpo Miele e Limone.

Oggi voglio condividere con voi uno Scrub molto interessante in preparazione dell’esposizione al sole.

Gli ingredienti sono

Una tazza di zucchero grezzo

2 cucchiai di Forever Bee Honey (Miele Forever Biologico)

2 gocce di Forever Essential Oils al Limone (Olio essenziale Forever puro al 100%)

1 cucchiaino di Olio d’Oliva

3 cucchiai di Latte Intero

Come si prepara

Mescolare bene tutti gli Ingredienti e strofinare bene tutto il corpo con l’aiuto di un guanto

per Scrub, con movimenti circolari, concentrandosi maggiormente sulle parti secche.

Puoi rigenerare la tua pelle con questa semplice ricetta e prepararla all’esposizione ai raggi solari. 

L’abbronzatura sarà più duratura e più luminosa 🙂

Acido Ialuronico, cos’è e a che cosa serve.

Oggi parliamo di acido ialuronico.

E’ una sostanza prodotta naturalmente dal nostro organismo ed è uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi dell’uomo.

Ha lo scopo di proteggere e idratare i tessuti. E’ un componente fondamentale del derma, dona elasticità e morbidezza.

Protegge le cartilagini dall’usura e dai carichi eccessivi, combattendo l’invecchiamento articolare.

Purtroppo col passare degli anni il nostro organismo ne produce sempre meno e quindi si rende necessario introdurlo. Può venire iniettato mediante infiltrazioni, oppure oggi è possibile introdurlo anche per via orale.

In questo articolo sono riportati i pro e i contro.

http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/20473-acido-ialuronico

Un aspetto molto importante è capire quali sono le zone dove si distribuisce e si individua con maggior precisione e quantità  l’acido ialuronico:

nell’umor vitreo dell’occhio, nel liquido sinoviale, nella pelle, nella cartilagine, nei tendini, nel cordone ombelicale e nelle pareti dell’aorta.

Possiamo concludere dicendo che la valenza dell’acido ialuronico è sì estetica, ma anche medica, nel senso che aiuta tantissimo a prevenire tanti disturbi.

Sicuramente interessante l’assunzione per via orale, perchè viene distribuito e assimilato in tutti i distretti necessari.

 

Aloe come Anti-Aging.

images4ZH9H3NL


L’attività farmacologica dell’Aloe Vera è molto complessa: i componenti chimici della pianta sono davvero numerosi e gli effetti terapeutici sono il risultato dell’interazione sinergica dei principi attivi con molecole ricettive dell’organismo umano.

Oggi parliamo di una delle proprietà terapeutiche dell’Aloe vera, quella antiossidante, anti-aging. I minerali (soprattutto selenio, rame, manganese) contenuti nel succo di Aloe sono due importanti agenti antiossidanti ed antinvecchiamento cellulare. L’aminoacido non essenziale prolina, è  parte costituente del collagene. Le saponine favoriscono una migliore e più rapida esfoliazione cellulare.
Le vitamine (in particolare la vitamina C, E, B2, B6) e l’aminoacido non essenziale, la cisteina, sono dei potenti antiossidanti capaci quindi di combattere i danni cellulari provocati dai radicali liberi ed in particolare dall’anione superossido.
E’ ormai noto che lo stress ossidativo è favorito da fattori chimici, fisici, biologici, mentali e nutrizionali e accelera il fisiologico processo di invecchiamento cellulare, è  responsabile di diverse patologie degenerative. Diciamo per concludere che l’Aloe  Vera ha la prerogativa di rallentare il processo dei radicali liberi.
Si comprende allora quale importanza rivesta l’assunzione costante di succo di Aloe nella dieta: la dose giornaliera consigliata non dovrebbe essere inferiore a 100 ml di succo puro.

Iperidrosi: un fastidioso problema.

mani-2-150x150


Un fastidioso problema, soprattutto in estate, è una eccessiva sudorazione delle mani o dei piedi. Questo sgradevole fenomeno viene chiamato Iperidrosi, che non è una vera e propria patologia, ma sicuramente crea non pochi disagi. Per i piedi si può ovviare al problema con scarpe chiuse e calzini di cotone, ma per le mani rimane il disagio e non è altrettanto gestibile. Senza contare che nei rapporti interpersonali può creare notevole imbarazzo. Ecco che i nostri olii essenziali possono aiutarci a contrastare questo problema con dei pediluvi o maniluvi, lasciando le mani o i piedi in ammollo per 10-15 minuti in acqua tiepida. Per questo tipo di trattamento le essenze consigliate sono il limone e la menta, per esattezza 2 gocce di essenza limone + 2 gocce essenza menta. Provare per credere!

Olio essenziale di lavanda.

fiorituralavandaprovenza-150x150


Parliamo di olio essenziale di lavanda: il suo nome sembra derivi dal suo utilizzo per la detersione del corpo, usato nei tempi passati dagli antichi romani. Ci sono varie testimonianze su come la lavanda trovasse impiegato anche formulare dei medicinali che fossero adatti a combattere nausea, singhiozzo e dolori intestinali.

L’olio essenziale di Lavanda viene utilizzato da secoli per le sue proprietà curative in caso di scottature e infiammazioni della pelle. Poche gocce, ancora meglio se diluite in un olio vegetale, possono essere impiegate per strofinarle sulla pelle in caso di prurito causato dalle punture di zanzara, al fine di ottenere un immediato beneficio.

E’ considerato l’olio essenziale più rilassante per eccellenza.  Viene utilizzato per effettuare massaggi al fine di decontrarre i muscoli, come aggiunta ai sali da bagno da utilizzare per un pediluvio serale, per alleviare la sensazione di pesantezza agli arti inferiori.

L’olio essenziale di Lavanda è ottimo in caso di mal di testa provocato da stress e tensione. E’ sufficiente strofinarne una o due gocce sulle tempie per ottenere beneficio. E’ adatta a tutti i tipi di pelle. Può essere usata insieme al nostro dopo sole per rinfrescare la pelle dopo l’esposizione. L’olio essenziale di Lavanda  può essere inoltre utile in caso di raffreddore, per i classici suffimigi.

Ma la cosa che trovo più interessante è il suo potere riequilibrante sul sistema nervoso. E’ infatti in grado di sciogliere l’ansia, è un antidepressivo naturale e migliora la qualità del riposo notturno.

Olio essenziale di Limone.

lemon-756390_640-150x150


Vediamo come utilizzarlo, sia per uso topico che aromatizzante.

Vaporizzatelo nell’ambiente con un diffusore di oli essenziali ogni volta che avete bisogno di recuperare concentrazione e memoria.  Aiuterà anche a disinfettare l’ambiente.

Se non avete digerito bene utilizzate una tisana allo zenzero a cui aggiungerete una goccia di olio essenziale di limone (puro 100% e bio, mi raccomando!), potete anche metterne una goccia su verdura o insalate, favorirà anche in questo caso una corretta digestione. (Per il suo uso orale però è sempre meglio seguire i consigli di uno specialista).

Massaggio anticellulite o per gambe pesanti: unito ad un olio vettore, ovvero ad un olio vegetale, l’olio essenziale di limone, visto il suo potere drenante, può essere utilizzato per fare dei massaggi aromatici ed anticellulite.

L’olio essenziale di limone è utile anche in caso di herpes, sempre veicolato con olio vegetale.

Maschera pelle grassa e antimacchie: mescolate 1 cucchiaio o 2 di yogurt con 4/5 gocce di olio essenziale di limone e applicate tenendo in posa per circa 20 minuti. In alternativa allo yogurt potete utilizzare l’argillla verde ventilata (1 bicchiere), 1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva, ½ bicchiere d’acqua minerale (non del rubinetto perché molto probabilmente contiene del cloro) aggiungete poi 4/5 gocce di olio essenziale di limone. Mescolate il tutto, applicate sulla pelle del viso e tenete in posa 10 minuti.

Shampoo per capelli grassi: aggiungete ad uno shampoo neutro 3 o 4 gocce di olio essenziale di limone e procedete al lavaggio, mantenete in posa qualche minuto sulla testa e poi risciacquate.

Pelle di velluto.

macchie-viso-300x223


I segni del tempo possono aggiungere fascino, ma il più delle volte, soprattutto per le donne, diventano un problema da combattere. Invecchiare è un processo naturale, ed è dovuto in parte dal patrimonio genetico, ma anche da fattori ambientali e da comportamenti errati. Fattori di rischio sono: eccessiva esposizione al sole, le ripetute espressioni facciali, la forza di gravità, il fumo da sigaretta, la posizione del viso durante il sonno Anche una cattiva alimentazione, un riposo non adeguato, lo stress eccessivo, ecc…il solito stile di vita non favorevole, diciamo che peggiora le cose, come sempre. Avere una pelle luminosa, ben idratata e pulita oggi si può e anche col passare del tempo, si può ambire ad avere una pelle giovane. Bere regolarmente Aloe è una buonissima abitudine, perché lavorando sull’intestino, migliora da subito l’aspetto della nostra pelle. Spesso capita che persone che cominciano ad assumere Aloe Vera Gel, si sentano dire che hanno la pelle più luminosa. Tutti i suoi nutrienti vanno a nutrire ogni cellula del nostro organismo, e quando le cellule sono sane e più ossigenate, la pelle appare subito più giovane. Altri ingredienti che fungono da antirughe sono: il retinolo, il Coenzima Q10, l’acido ialuronico, tutte sostanze che aiutano a rallentare il processo di invecchiamento. Quindi sicuramente una buona crema, formulata bene con gli ingredienti giusti, può aiutare la nostra epidermide. Anche l’assunzione per bocca dell’acido ialuronico aiuta tantissimo, così come il supporto di tanti altri integratori che hanno proprietà antiossidanti. Poi sempre e comunque un’alimentazione più ricca di verdura e frutta, meno cibi elaborati, la riduzione di carni, soprattutto le rosse e quelle trasformate, riduzione di latticini, di zuccheri, di fritti. Diciamo che possiamo fare tanto, come sempre dipende solo da noi.