Archivi tag: organismo

Un grande sbaglio.

Un grande sbaglio (purtroppo)

è quello che fanno molte persone quando pensano che all’uso di integratori alimentari debba per forza seguire da subito un risultato.

Perchè l’approccio che hanno è uguale a quello farmacologico, ma non è così.

Si sbagliano alla grande!

L’assumere integratori deve servire al nostro organismo per ricreare quell’equilibrio mediante il quale il nostro corpo ritorna ad essere in grado da solo, con il proprio sistema immunitario, di risolvere le varie problematiche.

Quindi parliamo di prevenzione o meglio di aiutare la prevenzione stessa.

L’uso dei farmaci è completamente un’altra storia. Ecco perchè è  sbagliato pensare di assumere integratori per aiutare una patologia, addirittura pensando di sostituirli ai farmaci.

Il capitolo della medicina integrata è ancora un’altra storia. Non è che sia sbagliato integrare con integratori quando si usano già determinati farmaci, ma in questi casi è sempre meglio consultare un medico.

In presenza di malattia bisogna sempre fare molta attenzione. E’ vero che la medicina integrata vuole aggiungere valore a quello che la medicina tradizionale fa già. Vanno messe in campo tutte le strategie possibili ai fini della guarigione. 

Ma torniamo all’uso di integratori alimentari per aiutare semplicemente a sostenere la nostra alimentazione e il nostro benessere, per dare al nostro organismo tutti i nutrienti necessari.

Si consiglia sempre di assumerli almeno per tre mesi, altrimenti non vale la pena neppure cominciare. Occorre poi ascoltare il proprio corpo. Tante volte si butta giù senza farlo e questo è sbagliatissimo. 

Il nostro corpo spesso ci manda dei segnali importanti, che non andrebbero sottovalutati.

Faccio un esempio: se ci capita di avere un bruciore di stomaco, che da una volta passa a due o tre volte, non aspettiamo che diventi una gastrite, cominciamo subito ad intervenire in maniera intelligente: curando di più l’alimentazione, cercando di essere meno nervosi, assumendo Aloe Vera, che aiuta tantissimo in questo caso.

Il concetto chiave è NON trascurare i segnali che il tuo corpo ti manda.

Non dimenticarti che sei TU il miglior medico di Te Stesso 

🙂

 

 

Come nasce una malattia secondo la Medicina Tradizionale Cinese.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, la malattia prende origine da un disequilibrio dell’energia che circola nell’organismo umano. I meccanismi che portano a questi problemi sono principalmente tre: cause esterne, cause interne, cause né interne, né esterne.

Prima però di entrare nel dettaglio è doveroso fare una precisazione, la Medicina Tradizionale Cinese (MTC) nasce alcuni secoli prima di Cristo, quindi a quel tempo non si conoscevano virus, batteri, miceti, che per la nostra medicina sono ritenuti i responsabili di diverse malattie infettive, quindi dobbiamo pensare ad un individuo che viveva in un’epoca in cui le condizioni climatiche potevano manifestarsi in tutta la loro drammaticità.

Vediamo ci capire meglio questi concetti partendo proprio dal dettaglio delle cause:

cause esterne, chiamate anche condizioni climatiche (vento, calore, umidità, secchezza, freddo, fuoco)

cause interne, dovute a disturbi dei sette sentimenti (collera, gioia, inquietudine, pensiero ossessivo, tristezza, paura, terrore, ma anche allo squilibrio Yin-Yang)

cause né interne, né esterne, cioè scorretta alimentazione, carico di lavoro eccessivo, incidenti, traumi.

Tutti questi fattori possono colpire i diversi organi, portando l’individuo alla malattia. Facciamo alcuni esempi: il freddo disturba in particolar modo il Rene, la Vescica, ma anche il Polmone e l’Intestino. Questa energia esterna tende a contrarre i pori della pelle e causare una stasi dei liquidi organici, rallentare la circolazione e provocare dolori sordi e forti, soprattutto relativi alle articolazioni. Altri sintomi tipici del freddo sono brividi che sfociano in febbre, mani fredde e piedi freddi, avversione al freddo.

Tornando invece ai sette sentimenti, possono diventare causa di malattia quando sono eccessivi e squilibrati rispetto agli altri, quando durano troppo tempo, e quando si verifica nella persona una reattività emotiva esagerata rispetto alle situazioni che vive.

A questo punto possiamo dire che la MTC rappresenta il capostipite di quelle che vengono oggi definite malattie psicosomatiche. Straordinario aver individuato per ogni situazione emozionale un preciso meccanismo energetico. A tal proposito facciamo un esempio su un fattore di cause interne come la collera. Causa disturbi come mal di testa, vertigini, occhi rossi, tosse nervosa, quando è eccessiva può portare squilibrio al Fegato.

Infine tornando alle cause né interne, né esterne, volevo fare riferimento proprio all’errata alimentazione, che secondo la MTC è di fondamentale importanza, perchè ha proprietà curative.

Un’alimentazione per essere equilibrata deve comprendere cibi di tutte cinque le categorie: salato, piccante, dolce, amaro e acido. Ad esempio il piccante è un sapore Yang, favorisce la sudorazione e fa circolare il Qi e il sangue. In eccesso impoverisce l’energia, aggredisce il polmone, fegato e cuore.

E’ di fondamentale importanza sapere a che tipo di costituzione si appartiene: tipo Yin o tipo Yang, perchè in base a questo viene definito il tipo di alimentazione.

Concludiamo dicendo che anche i cibi hanno una loro natura: Fredda e Fresca, Calda e Tiepida e Neutra. Un esempio di alcuni alimenti di natura Fredda: latte, formaggio fresco, patate, banane, funghi, alghe, cachi, verdura cruda.

Oggi abbiamo visto a grandi linee alcuni concetti della MTC, secondo la quale squilibri diversi possono portare alla malattia. Ovviamente è un territorio molto vasto e molto affascinante che a mio parere vale la pena approfondire.

La buona abitudine di consumare la Curcuma.

 

Sempre di più si riscontra un aumento del consumo della Curcuma nella nostra alimentazione. Originaria dell’India, utilizzata dall’uomo da cinque mila anni, deve la sua fama alle sue molteplici proprietà benefiche, prime fra tutte quella antinfiammatoria e antitumorale.

Questa spezia viene ricavata dalla pianta, dalla quale si ricavano i rizomi, che vengono bolliti ed essiccati, ricavando così la polvere “magica”. La proprietà antitumorale viene avvallata dal fatto che, nei paesi dove viene consumata maggiormente, come l’India e l’Asia, si nota un notevole abbassamento dell’insorgenza di tumori.

Sembra che la Curcuma prevenga otto tipi di tumore e la leucemia. Altre proprietà benefiche a lei riconosciute sono quella antiaging, perchè ricca di antiossidanti, quella cicatrizzante, quella di migliorare il funzionamento di stomaco e intestino, e quella di aiutare ad alleviare i sintomi influenzali.

Si consiglia di assumerne fino a due cucchiaini da caffè al giorno, meglio se introdotta a fine cottura dei cibi. I suoi principi sembrano addirittura potenziati se unita al pepe nero.

Le sue proprietà sembrano derivare dalla presenza della curcumina, del potassio, della vitamina C e dell’amido. Si può consumare fresca, o essiccata cioè in polvere. Il suo sapore è molto particolare, si sposa molto bene con zuppe, polpette vegetali, salse varie di accompagnamento, insalate di cereali. Io per esempio la utilizzo anche nella preparazione del risotto, in alternativa allo zafferano.

Viene impiegata persino per preparazioni dolci, ad esempio I vegani la utilizzano per creme e budini, anzichè utilizzare le uova, essendo un ottimo colorante naturale. 
Continua la lettura di La buona abitudine di consumare la Curcuma.

Il Residuo Fisso dell’acqua.

8102596979_6fe3257991_c

Cosa è il Residuo Fisso dell’acqua?

E’ il contenuto totale di sali minerali espresso in grammi di un litro di acquaminerale a 180°. Quando rientra nei 500 mg per litro, l’acqua viene classificata come oligominerale.

Questo tipo di acqua viene definita ad effetto diuretico. Sono invece definite medio-minerali o mineralizzate quelle con un residuo fisso superiore ai 500 mg/l, ma entro i 1500 mg/l. Il loro effetto prevalente è quello di apportare sali minerali come il calcio, utile alle ossa. 

C’è da dire che il Residuo Fisso non costituisce un metro col quale stabilire la qualità dell’acqua, serve semplicemente a classificare un’acqua minerale. 

Molti credono che si debbano preferire acque con un Residuo Fisso basso rispetto alle acque mineralizzate, ma non è assolutamente vero.

Lo conferma l’istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione nelle sue Linee Guida. 

Altro mito da sfatare è che non è vero che il calcio presente nell’acqua non sia assorbito dal nostro organismo, la capacità del nostro intestino di assimilare calcio dall’acqua, è simile a quella relativa al calcio contenuto nel latte.

Altra cosa da sapere, è che il calcio presente nell’acqua non è vero che favorisca la formazione di calcoli renali. Semplicemente le persone predisposte a calcoli, devono bere molta acqua nel corso della giornata. 

Per quel che riguarda i bambini, sarebbe bene utilizzare in maniera alternativa diversi tipi di acque, perchè usando prevalentemente acque oligominerali, si avrebbe una diuresi eccessiva, e questo impoverirebbe l’organismo in crescita del bambino.

Per fare fronte alle tensioni del quotidiano.

images7FPITOWC

Per fare fronte alle tensioni del quotidiano ci si rilassa come meglio si crede: chi si dedica allo yoga, chi alla meditazione, chi preferisce un centro benessere, chi facendo lunghe passeggiate, etc…ognuno ha i suoi gusti.

Voglio scrivere questo articolo perchè se anche tu ti senti stressato, oppresso e molto teso, sappi che tutti questi metodi sono validi, si tratta solo di trovare quello che funziona di più per te, e soprattutto quello che preferisci, perchè bisognerebbe dare sempre maggiore spazio nella vita alle cose che più ci piacciono.

Il mio suggerimento è di aggiungere, oltre all’attività che preferisci, anche una corretta respirazione diaframmatica, perchè quando siamo tesi e stressati, tendiamo ad effettuare una respirazione toracica, avendo un atteggiamento posturale di chiusura, perciò tutto il nostro organismo risulterà contratto.

Ho detto tutto il nostro organismo, perchè tutti i nostri organi ne risentiranno, prendiamo come esempio il nostro intestino, è strano pensarlo, ma anche la nostra respirazione, se sbagliata, può contribuire alle problematiche intestinali. Fare una giusta respirazione con il diaframma, significa usare nel modo corretto questo muscolo.

Quindi ricapitolando la cosa migliore sarebbe: scegliere l’attività che più ti piace e che ti procura un maggior rilassamento, e abbinarla ad una corretta respirazione diaframmatica, facendo gli esercizi giusti per ottenerla.

A tal proposito ti voglio dire una cosa molto interessante, per chi pratica sport regolarmente e a vari livelli, una corretta respirazione diaframmatica è in grado di migliorare tutte le performances.

Come vedi, sono tante le cose che possiamo fare per il nostro benessere, come sempre basta praticare, e non aspettare di essere stressati e oppressi oltre un certo limite, altrimenti come abbiamo già detto tante volte, saremo più predisposti alle malattie.

Ti invito ad osservare la respirazione dei bambini, respirano con il diaframma, in maniera del tutto naturale (gonfiando il pancino), in effetti noi nasciamo respirando con il diaframma.

Poi crescendo e accumulando tensioni, ci spostiamo sempre di più verso una respirazione toracica, eccoti allora un altro buon motivo per tornare (un po’) bambino! 🙂

 

 

 

Aloe Vera: pregi.

aloe3


Uno dei tanti pregi dell’Aloe Vera è quello di rimettere il nostro organismo nella condizione di autodifendersi dalle varie problematiche di salute, è un ottimo coadiuvante, essendo un immunomodulante, un riequilibratore  energetico ed un adattogeno, tutto questo è straordinario! 🙂

Ogni organismo ha il suo percorso con l’Aloe, secondo quello che trova, l’Aloe lavora. Per questo motivo gli viene anche riconosciuto un beneficio sulle varie allergie, perchè riporterebbe il nostro sistema immunitario nella condizione di riconoscere e combattere l’allergene.

Semplicemente fantastico!

Dico sempre ai miei clienti/collaboratori che se si prendesse coscienza di quanta salute c’è dentro un litro di Aloe, tutti lo consumerebbero!

Noi Incaricati abbiamo il compito e la missione di educare le persone a intraprendere questo percorso di benessere.

Una grande sinergia.

imagesSYN9JXFL


Quello che rende speciale l’Alo Vera, è la straordinaria potenza nella sinergia di tutti i suoi componenti, ecco che ricompare il concetto olistico, è tutto l’insieme delle sostanze che noi ingeriamo dal gel di Aloe che rende interessante il lavoro che andrà a fare su tutti i nostri organi.

In particolare sarà l’Aloe stesso a modulare dove ce ne sarà più bisogno: infatti se abbiamo l’intestino irritato, anche il fegato ne risentirà, quindi l’Aloe si concentrerà sull’intestino, ma allo stesso tempo svolgerà una depurazione sul fegato, a differenza del farmaco che, curando solo il sintomo, andrà mirato solo all’intestino, danneggiando però altri organi, con i suoi effetti collaterali, questo è il concetto su cui riflettere.

Noi siamo quello che mangiamo.

Alimentazione-quiz-300x225


E’ dalle sostanze che vengono assorbite dal nostro organismo che dipende il nostro benessere fisico, mentale, emozionale e spirituale. Oggi purtroppo l’industria ha convenienza a spingere prodotti più adatti alla sua filiera, ma spesso dannosi alla salute. La natura è sempre più messa in disparte, per essere sostituita dalla tecnica, alimentazione con utilizzo di chimica, lieviti chimici, ecc…Ecco perché si rende necessario l’impiego di integratori, per meglio dire nutraceutici, che possano riportare in equilibrio il nostro organismo e andare a colmare i vuoti di questa alimentazione. L’Aloe Vera gioca un ruolo fondamentale in questo, essendo un nutraceutico ricco di ogni sostanza benefica. Aiuta a mantenere giovani i nostri organi, li depura dalle sostanze nocive che introduciamo con il nostro regime alimentare spesso sbagliato.

L’importanza di detossinare.

dieta-disintossicante


 

Cosa vuol dire detossinare?

Vuole dire eliminare il carico di tossine dal nostro organismo.

Come? Prima di tutto con una corretta alimentazione e importantissimo bevendo Aloe Vera Gel.

Quando il nostro livello di tossine è elevato ecco cosa succede:

il nostro corpo non funziona molto bene, avrai probabilmente dolori articolari, mal di testa, disturbi digestivi, problemi di sonno e sensazioni di stanchezza generale. Dopo il processo di disintossicazione, sentirai subito un aumento di carica mentale, fisica ed emotiva. Questo perché si tende a riposare meglio e ad avere più energia per affrontare al meglio una nuova giornata.

Primo segnale visibile, una pelle più luminosa, capelli e unghie più sani.

il nostro tratto digestivo, il sistema nervoso e quello ormonale nel momento in cui sono sovraccaricati da sostanze nocive, questi non funzionano più come dovrebbero. Quindi cosa succede? Ci ammaliamo. Ecco che è importante avviare il processo di disintossicazione.

Prima di tutto, devi sapere che il succo di Aloe Vera è un cocktail di sostanza nutritive, tra cui minerali, enzimi, vitamine, aminoacidi e polisaccaridi.

Si tratta di uno dei migliori detergenti del corpo. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che disintossicarsi con Aloe Vera aiuta a lenire e contrastare molti problemi digestivi. 

Bere il succo di questa pianta dagli straordinari effetti benefici aiuta ad alleviare l’infiammazione dei tessuti che provoca dolori articolari, rafforza l’apparato digerente e ti fa sentire in forma.

L’Aloe Vera Gel è in grado di eliminare tutti i prodotti di scarto e purificare il nostro corpo in  modo del tutto naturale.