Archivi tag: mangiare sano

Il mondo del Biologico.

Di ritorno dalla fiera più importante del Biologico a Bologna, ho percepito con tanta gioia quanto questo mondo si stia allargando e quanto le persone si avvicinino sempre di più e con più sapere. E’ fuori discussione che oggi ci si informa, si studia, ci si documenta, ci si appassiona, e non c’è posto migliore di questo (per me! ;).

Ci permette di diventare, o già di essere, dei consumatori attenti su quello che mettiamo nel piatto. A tal proposito mi viene in mente un video che ho visto in questi giorni di un dottore che mi è piaciuto molto. Le sue parole mi sono sembrate molto efficaci, per rendere bene l’idea che l’azione più importante che facciamo a tavola la facciamo proprio noi, tutti i santi giorni, ed è quella di portarci la forchetta alla bocca con la nostra mano.

Ecco questa è l’azione più importante, è da qui che comincia tutto, nel senso che questa stessa azione, che ci porta il cibo alla bocca, è di fondamentale importanza ai fini del nostro benessere. Ci porteremo alla bocca cibi che ci faranno bene, o cibi che ci faranno male?

La scelta di mangiare biologico (al di là delle tabelle nutrizionali dei cibi) non può essere che giusta, se io andrò a scegliere una pasta integrale biologica, sarà ai fini del mio benessere.  E se aggiungerò verdure biologiche a seguire, sarà perfetto! Questo è solo un piccolo esempio di come non sia così difficile mangiare bene, mangiare sano.

A quel punto la nostra manina che prende la forchetta e che ci porta alla bocca questo tipo di cibo è una brava manina! 🙂 Scherzi a parte, proviamo a pensare a quanto sia facile cominciare con poco a volerci bene.

L’altro giorno parlavo con una ragazza che ha un’azienda agricola con molti ettari di terreno coltivati con sistema biologico, mi faceva notare quanto questo sia difficile per svariati motivi, ma che nonostante le difficoltà, non cambierebbe metodo e non  mangerebbe per nessun motivo al mondo frutta e verdura con pesticidi. Nonostante si senta ancora dire in giro che il biologico non è sicuro e che il completamente bio non esista. 

Io rimango dell’avviso di non aver dubbi sulla mia scelta di mangiare biologico. Per quanto potrebbero e dico potrebbero esserci tracce di sostanze chimiche, di sicuro ce ne saranno sempre meno che nelle verdure trattate con pesticidi. 

Per concludere: mangiare biologico è sicuramente un’azione intelligente per il nostro benessere.   🙂

Soffrire di Ortoressia.

Conosci il disturbo dell’Ortoressia?

Oggi ho letto un’articolo che parla di un disturbo che si chiama Ortoressia.

Il nome deriva dal greco orthos-corretto e orexis-appetito.

Mi ha molto incuriosito, si tratterebbe di una vera e propria ossessione per un’alimentazione sana ed equilibrata. Sicuramente in questi ultimi anni sono esplose delle mode che hanno influenzato lo stile di vita, (un esempio ne è la “gluten free”). Regimi alimentari che escludono completamente alcuni alimenti, per la loro pericolosità sulla salute.

In questo disturbo se per l’anoressia e la bulimia il punto fondamentale è la quantità, nell’Ortoressia il focus diventa la qualità. Quando tutto ciò prende la forma di una vera e propria ossessione, ecco che la persona si ritrova anche a isolarsi dal resto della società, perchè non vengono più tollerati i regimi altrui.

Ne deriva un comportamento quasi nevrotico della persona, che vuole controllare costantemente le regole da seguire, senza mai permettersi uno sgarro ogni tanto.

Come sempre la via migliore sarebbe quella di mezzo, ok prendersi cura dell’alimentazione, mangiare sano, biologico e avere un buon stile di vita, ma quando diventa un ossessione e un voler controllare tutto con comportamenti maniacali, si entra nella sfera del patologico.

Sembra che più di tre milioni di italiani soffrano di disturbi alimentari, questo il dato diffuso dal ministero della Salute, circa il 15% soffrirebbe di questo disturbo.

Quindi ricapitolando questo tipo di ossessione porta la persona ad eliminare completamente dei gruppi di cibi che sono essenziali per una dieta equilibrata, mettendo in pericolo la salute della persona stessa.

Esiste un test che rivela se si soffre di questo disturbo, si chiama test di Bratman, un dietologo americano.

Lo puoi trovare su http://www.greenme.it  e lo puoi fare, io per fortuna non ne soffro 🙂