Archivi tag: biologico

Non solo mode..

Oggi vorrei parlarvi di due cose che mi stanno molto a cuore e che non sono affatto solo mode.

Mi riferisco al Biologico e alla pianta di Aloe Vera.

Ti chiederai perchè queste due cose insieme? Niente di più semplice:

Il Biologico sta all’Aloe Vera come la giusta nutrizione sta al nostro Benessere. Sono quindi due fattori importantissimi per quest’ultimo. Chiaramente mi riferisco ad una tipologia di Aloe Vera rigorosamente Biologica.

Non mi stancherò mai di dirlo: il benessere comincia dalla tavola. Perciò mangiare Biologico fa la differenza, come anche consumare Aloe Vera, ci aiuta tantissimo nella giusta integrazione, essendo un alimento.

Parole scontate, ma non troppo, dato che molte persone continuano a mangiare cibo di scarsa qualità e si ritrovano con problemi di salute.

C’è anche da sottolineare che il Biologico è in grande crescita.

Non credo sia solo una moda, credo che nelle persone sia nata la consapevolezza che nutrirsi con cibi più sani e quindi avere un atteggiamento più concentrato sulla prevenzione, alla fine sia meglio che ritrovarsi malaticci a consumare medicinali.

Un’altra cosa che mi riempie di gioia è vedere che nelle scuole si sta facendo strada un’educazione alimentare, perchè non è solo importante imparare a leggere e scrivere!

😉

Anche oggi le varie mode continuano a condizionare la nostra vita.

Anche l’ Aloe Vera impera ovunque, viene vissuta come una moda, dando il via alla nascita di un vero e proprio business. E dato che sono ben documentata, posso affermarti che in giro se ne vedono di tutti i colori.

Tornando alla pianta dell’Aloe, rimane un dato certo: che la lavorazione delle sue foglie devono seguire criteri molto rigidi, previa la perdita delle sostanze nutritive del gel.

Quindi ti invito sempre prima di fare acquisti a base di Aloe Vera, a informarti bene per avere la qualità del prodotto, altrimenti si buttano soldini.

E’ una pianta che viene utilizzata dall’uomo da tantissimi anni e ora viene riscoperta e riproposta in mille modi.

La cosa sempre interessante è che l’Aloe, va ad integrarsi nel discorso nutrizionale in maniera molto interessante.

In particolare per i vegetariani e i vegani, per via della vitamina B12.

 

Il mondo del Biologico.

Di ritorno dalla fiera più importante del Biologico a Bologna, ho percepito con tanta gioia quanto questo mondo si stia allargando e quanto le persone si avvicinino sempre di più e con più sapere. E’ fuori discussione che oggi ci si informa, si studia, ci si documenta, ci si appassiona, e non c’è posto migliore di questo (per me! ;).

Ci permette di diventare, o già di essere, dei consumatori attenti su quello che mettiamo nel piatto. A tal proposito mi viene in mente un video che ho visto in questi giorni di un dottore che mi è piaciuto molto. Le sue parole mi sono sembrate molto efficaci, per rendere bene l’idea che l’azione più importante che facciamo a tavola la facciamo proprio noi, tutti i santi giorni, ed è quella di portarci la forchetta alla bocca con la nostra mano.

Ecco questa è l’azione più importante, è da qui che comincia tutto, nel senso che questa stessa azione, che ci porta il cibo alla bocca, è di fondamentale importanza ai fini del nostro benessere. Ci porteremo alla bocca cibi che ci faranno bene, o cibi che ci faranno male?

La scelta di mangiare biologico (al di là delle tabelle nutrizionali dei cibi) non può essere che giusta, se io andrò a scegliere una pasta integrale biologica, sarà ai fini del mio benessere.  E se aggiungerò verdure biologiche a seguire, sarà perfetto! Questo è solo un piccolo esempio di come non sia così difficile mangiare bene, mangiare sano.

A quel punto la nostra manina che prende la forchetta e che ci porta alla bocca questo tipo di cibo è una brava manina! 🙂 Scherzi a parte, proviamo a pensare a quanto sia facile cominciare con poco a volerci bene.

L’altro giorno parlavo con una ragazza che ha un’azienda agricola con molti ettari di terreno coltivati con sistema biologico, mi faceva notare quanto questo sia difficile per svariati motivi, ma che nonostante le difficoltà, non cambierebbe metodo e non  mangerebbe per nessun motivo al mondo frutta e verdura con pesticidi. Nonostante si senta ancora dire in giro che il biologico non è sicuro e che il completamente bio non esista. 

Io rimango dell’avviso di non aver dubbi sulla mia scelta di mangiare biologico. Per quanto potrebbero e dico potrebbero esserci tracce di sostanze chimiche, di sicuro ce ne saranno sempre meno che nelle verdure trattate con pesticidi. 

Per concludere: mangiare biologico è sicuramente un’azione intelligente per il nostro benessere.   🙂

La “famosa” Merenda.

 

imagehandler

Lo sapevi che merenda deriva dal latino merere che significa meritare? Era infatti il pasto degli schiavi che dopo un intenso lavoro meritavano di essere nutriti.

Oggi dietro uno stile di vita molto meno faticoso di quello degli schiavi, le merende si sono alleggerite, non sono più come un tempo come dei veri pasti, però nonostante tutto sono sempre troppo caloriche.

La sua valenza oggi è di consentire all’organismo di recuperare quell’energia che servirà per continuare a studiare e a lavorare. Soprattutto per i bambini e i ragazzi la merenda rappresenta una necessità. Ma anche per gli adulti ripartire le calorie in più piccoli pasti, piuttosto che solo due abbondanti, aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo, stimolando la termogenesi.

Tra l’altro due piccole merende fra i pasti principali aiuta anche a non arrivare troppo affamati a tavola. I consigli utili per le giuste merende sono i più svariati, dalla frutta, allo yogurt, al succo di frutta, al frullato ecc..ecc..

Tutto dipende dalle calorie che si dovrebbero assumere, in base naturalmente all’età e al peso. Ad esempio se vogliamo stare sulle 100 Kcal. circa, mangeremo o una mela, o una banana, o un succo di frutta, o uno yogurt intero alla frutta.

E’ sempre meglio evitare (anche per i più piccini) le classiche merendine super caloriche ad alto tasso di zuccheri, privilegiando sicuramente la frutta. Esiste però, nel caso di persone non in sovrappeso, la “famosa” merenda che non passa mai di moda, quella dei nostri nonni, genuina e squisita, pane con burro e un pochino di zucchero sopra o marmellata.

Io la faccio con pane integrale, burro biologico e una spolveratina di zucchero di canna sempre integrale, favolosa!

Un sito che ho trovato molto carino per approfondire l’argomento delle merendine è http://www.merendineitaliane.it

 

Il mondo del Biologico alla portata di tutti.

bio

Come sappiamo l’agricoltura Biologica non permette l’uso di sostanze di chimica come concimi, insetticidi, diserbanti. Evita lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali del suolo, dell’aria e dell’acqua. Per la fertilità del terreno viene usato ciò che esiste in natura, materiale organico e il suolo non viene sfruttato in modo intensivo.

Chi ci garantisce il Biologico? In Italia sono nove gli organismi nazionali che ci possono tutelare, vengono fatti regolarmente controlli, anche a sorpresa (alcuni di questi sono: ICEA, BIOS, ECOCERT…).

Tante sono le ragioni per mangiare Bio: la sicurezza igienica-sanitaria, il contenuto nutrizionale e la qualità organolettica, l’aiuto all’ambiente salvaguardando l’agroecosistema, il no agli Ogm, gli organismi geneticamente modificati. Diciamo che nutrirsi biologicamente vuole dire sostanzialmente e complessivamente sapere cosa si mangia e avere più garanzie.

Riconosciamo se un prodotto è Biologico dalla etichetta che deve riportare il logo del Bio.

Per avere tutte le informazioni a livello Europeo bisogna andare sul sito della Commissione Europea.

Fino a poco tempo fa nutrirsi con cibi biologici non era alla portata di tutti, oggi invece sempre di più si riesce a trovare l’accesso al Biologico a prezzi assolutamente accessibili a tutti. E con un po’ di attenzione al discorso si può fare tanto. Ad esempio ci sono i Gas (i gruppi di acquisto solidali), i mercatini biologici settimanali o mensili presenti in svariate città e anche nelle varie catene dei supermercati oramai le linee di biologico si sono di gran lunga ampliate.

Per quel che riguarda certe produzioni, come ad esempio quella dell’Aloe Vera, bisogna uscire dal circuito europeo, per il semplice motivo che la pianta trova la sua massima espressione a livello nutrizionale presso i luoghi che rappresentano il suo habitat naturale (Texas, Repubblica Dominicana, Caraibi).

Ecco perchè al di fuori dell’Europa  le cose cambiano, infatti una precisazione doverosa che riguarda i prodotti dell’azienda Forever Living Products, è che non riportano in etichetta il logo Bio semplicemente perchè l’azienda si trova al di fuori dell’Europa.

Ma sappiamo per certo che per la concimazione delle piante di Aloe Vera non vengono impiegati concimi chimici, soltanto scarti di lavorazione delle piante stesse e sterco di pecora e di capra, per cui anche senza il marchio Bio i prodotti Forever sono più che Biologici.

 

 

 

 

Rispettiamo la nostra pelle.

Flawless-by-Sonya-make-up-forever-150x150


Troppo spesso per risparmiare acquistiamo prodotti per il trucco o maquillage economici, o di dubbia provenienza. Questo ci porta inevitabilmente ad avere problemi di pelle anche seri, tipo di sensibilizzazione. Perché la nostra pelle si ricorda tutto e i nodi arrivano al pettine. Una scelta importante e intelligente è invece quella di utilizzare cosmetici di alta qualità, come quelli della nostra linea Flawless by Sonya, perché sono biologici, hanno colori innocui, lasciano traspirare la pelle, sono eleganti e discreti e durano per tutto il giorno. Sono tutti registrati nel Portale Europeo (EU). Il risultato sarà quello che la nostra pelle sarà rispettata e che non dovremo risolvere delle problematiche che ci faranno spendere tutti i soldi che ci eravamo illusi di risparmiare, o molti di più!