Archivi tag: aloe vera gel

SOS Tendinite!

Una brutta tendinite è sempre molto fastidiosa, sia per il dolore, che per il riposo forzato. Quando questo accade, siamo obbligati a sospendere le nostre attività.

Sono molto colpiti gli sportivi, ma anche tutte quelle persone che per lavoro, sottopongono le articolazioni a ripetute sollecitazioni che finiscono inevitabilmente per infiammare la struttura del tendine.

Ci si reca dal medico che, come da programma, ci consiglia di assumere antinfiammatori, metterci a riposo, ghiaccio, tutore se necessario, in alcuni casi onde d’urto, fisioterapia e se necessario anche l’intervento chirurgico.

Ma cosa succede nel caso in cui non si possa mettere a riposo l’arto e per giunta non si voglia assumere antinfiammatori?

Questo è proprio il mio caso: reduce da un trasloco molto impegnativo, dove ho lavorato molto, mi sono ritrovata con una “bella” tendinite alla mano destra.

Chi mi conosce sa che gli antinfiammatori, se posso li evito, cerco di dominare il dolore con altri metodi. Ho cercato di sforzare meno la mano, ma per ovvi motivi non se ne parla di metterla a riposo.

Mi sono quindi rivolta per l’ennesima volta al mio carissimo amico Aloe Vera. Ho scelto la tipologia specifica per le articolazioni, ho cominciato ad assumere acido ialuronico, per uso locale un gel a base di metil sulfonil metano (MSM) che è un organosolfuro, contenente zolfo, utilissimo in questi casi.

Ricapitolando: glucosamina, condoitrina solfato, MSM e naturalmente Aloe Vera Gel, (tutte sostanze naturali e biologiche) sono a mio avviso tutto quello che mi serve.

Questo è il metodo naturale che io ho scelto per allontanare la tendinite, non voglio assolutamente sostituirmi al medico, penso semplicemente che, potendo scegliere, preferisco evitare i farmaci, sempre nell’ ottica del “laddove posso”! 

Un altro rimedio naturale che voglio aggiungere e che voglio provare, è lo stretching, in alcuni casi può aiutare, eseguito in maniera molto delicata, perchè in caso contrario, potrebbe acutizzare il problema.

Quindi a mio parere, se si tratta di una qualsiasi tendinite, se non si lascia aggravare la situazione, si può provare assolutamente con metodi naturali a farsela passare, prima di assumere farmaci.

Se dovesse peggiorare, o non migliorare, è preferibile rivolgersi ad un medico.

Psoriasi.

E’ un disturbo cutaneo non contagioso, quella più diffusa è quella a placche, caratterizzata da lesioni cutanee rigonfie, coperte da scaglie bianco-argentee. Altri tipi sono caratterizzati da vesciche simili a pustole, accentuata desquamazione cutanea, puntini simili a gocce e chiazze lisce infiammate.

Le cause non sono così chiare: in genere si sospetta una componenete genetica, in quanto la psoriasi è ereditaria. Le sedi più colpite sono gomiti, ginocchia cresta tibiale, cuoio cappelluto e la regione immediatamente sotto le mammelle.

Non esiste una vera e propria cura, per i medici è una malattia cronica, cioè recidivante, tuttavia possono insorgere componenti psicologici del tipo imbarazzo, frustrazione, depressione e perdita dell’autostima, proprio per questo viene consigliata una cura per lo stress, unita a una sana alimentazione e ad una riduzione del consumo di alcol.

Questa affezione è generalmente più diffusa tra le donne. Dato che la psoriasi spesso viene scatenata dallo stress, o come credono alcuni ipnoterapeuti, è il risultato di emozioni represse, le tecniche di rilassamento come l’autoipnosi possono essere molto efficaci. Altre sono le tecniche utilizzate per stare meglio con questo disturbo: dall’agopuntura, alla fototerapia, alla riflessologia, ecc.

Tra le tante trova spazio  la fitoterapia, per esempio con l’uso di Aloe Vera Gel e Omega tre  per uso interno, Gel di Aloe e Propolis in crema per via cutanea, possiamo dire che si ottengono ottimi risultati.

In questo caso l’uso sia interno, che esterno, si rende necessario e utile.

Alcuni ricercatori dichiarano che, tra le tante proprietà dell’Aloe, ci sarebbe quella di limitare la proliferazione delle squame psoriasiche.

😃

Glutine nemico n.1 per i celiaci.

aloe5

Ricordiamo che la celiachia è una malattia autoimmune dell’intestino tenue, che colpisce individui di tutte le età, geneticamente predisposti. La patologia interessa circa l’1% della popolazione mondiale, ma è destinata a salire di parecchio, se si pensa che ricerche recenti stimano che nei prossimi 75 anni la patologia potrebbe interessare circa un terzo degli abitanti del pianeta. Continua la lettura di Glutine nemico n.1 per i celiaci.

La dieta dei cinque colori.

i cinque colori

La dieta dei cinque colori nasce dietro al fatto che la sana nutrizione consiglia di assumere quotidianamente cinque porzioni di frutta e verdura che siano di cinque colori diversi: viola, verde, bianco, giallo, rosso.

Ricerche a livello di psicologia sperimentale hanno stabilito quanto il colore di un cibo abbia una notevole incidenza sul nostro comportamento alimentare. Per fare un esempio, sembrerebbe che il colore giallo, stimolerebbe l’apparato visivo. Di questo fattore ne hanno fatto grande utilizzo l’industria alimentare, convincendoci con colori super invitanti di comperare un cibo piuttosto che un altro.

Ma torniamo alla nostra dieta dei cinque colori, consiste nel fatto che, assumendo le cinque porzioni di diverso colore, noi andiamo ad assumere tutti i nutrienti utili alla nostra salute. In base al colore la frutta e la verdura svolgerà una naturale funzione protettiva, andando ad aiutare il sostentamento del nostro sistema immunitario.

Ma vediamo nello specifico i cinque colori:

Viola: melanzane, mirtilli, uva nera, prugne, fichi..

Verde: broccoli, spinaci, cavoli, cicoria, rucola, lattughe, asparagi..

Giallo: albicocche, carote, zucche, meloni, arance, limoni, mandarini, pompelmi..

Bianco: aglio, cipolle, cavolfiori, pere, mele, finocchi..

Rosso: pomodori, ravanelli, ribes rosso, ciliege, rape rosse, anguria..

I diversi colori hanno i loro relativi benefici: ad esempio il giallo sul sistema immunitario, occhi, pelle, il rosso sul tratto urinario e la memoria, il bianco sul livello di colesterolo..

Una curiosità.. lo sai da dove deriva il colore di un frutto o di una verdura? Dalle fitoalessine, che sono sostanze vegetali che le piante producono per difendersi dagli attacchi dei parassiti.

Ora hai capito perchè è molto importante variare il più possibile i cinque colori a rotazione, perchè così avrai tutti i nutrienti a te necessari. Per lo stesso motivo bisognerebbe abituare i bambini a fare ciò fin da piccoli, facendola diventare come una sana abitudine.

Non dimentichiamo che anche l’Aloe Vera è una verdura 🙂

 

Colite: quando può diventare un fastidioso problema.

sintomi colite

La Colite è una patologia davvero fastidiosa! Quante volte ti sarai trovato nel bel mezzo di una chiaccherata tra amici e in preda ad un attacco di colite, di doverti affrettare nella ricerca dei servizi più vicini, nella speranza che siano proprio vicini!

E’ un’infiammazione che colpisce il colon, detta anche sindrome del colon irritabile. Alterna momenti di stitichezza a momenti di diarrea, gonfiori, flatuenza, crampi addominali, tutti sintomi molto fastidiosi. Quando siamo in presenza di questi disturbi, significa che la nostra flora batterica è decisamente sottotono.

L’Aloe riporta il nostro intestino in equilibrio, partendo da un discorso di detossinazione, l’Aloe va a pulire le pareti del nostro intestino e attiva le funzioni digestive, migliora la regolarità intestinale, non contiene aloina ed è quindi sicuro, e in più ha un effetto immunomodulante, cioè aiuta ad alzare le nostre difese immunitarie.

Diamogli il tempo di agire, in linea di massima viene stimato in novanta giorni, perchè l’Aloe è un alimento e quindi occorre avere pazienza e dargli il tempo necessario per fare il suo lavoro. Non solo, anche l’uso dei probiotici diventa determinante, al fine di ripristinare una buona flora batterica. Per andare ad aiutare la problematica del Colon irritabile, sarebbe suggerita l’assunzione di Aloe insieme ai Probiotici.

Dobbiamo anche tenere presente che, essendo l’intestino il nostro secondo cervello, tutti i nostri conflitti interiori, verranno da lui assorbiti a livello psicosomatico, causandoci una colite nervosa. E’ come se il nostro intestino fosse una estensione del nostro sistema nervoso, perciò dobbiamo stare molto attenti alle collere trattenute. A parte i fattori psicologici, sono molte le cause che possono portare ad una Colite: una dieta squilibrata, una situazione ormonale non in equilibrio, una infestazione parassitaria cronica, una alterazione della flora batterica e anche una scarsa idratazione può risultare nociva.

Senza dimenticare che una dieta deve essere povera di alcol e caffè, e che non bisogna fumare. La medicina tradizionale ci cura, nelle fasi più acute della sindrome, con medicinali, ma non si può dire di risolvere il problema.

Occorre prendere in considerazione un insieme di mosse che possono aiutarci a riportare il nostro intestino agli antichi splendori e a liberarci del tutto dalla fastidiosa Colite!

🙂

 

 

 

Dalla parte del medico.

aloe2


Data la mia passione per la fitoterapia mi sono letta con molto interesse il libro del dott. Luca Cangian: “La Vera Aloe il segreto del benessere”

essendo lui medico, radiologo e oncologo, la sua visione di medicina integrata è molto interessante.

Questa medicina permette di prevenire e aiutare tante patologie, utilizzando principi attivi che derivano da piante medicinali, prima fra tutte l’Aloe Vera.

Il primo utilizzo che il dottore ha fatto con l’Aloe è stato quello per uso topico con il gel, per preparare le pazienti operate al seno, che dovevano effettuare la radioterapia.

Questo ha permesso al dottore di riscontrare grandi benefici sulla prevenzione di dermatiti da raggi.

Per poi proseguire il suo utilizzo come antinfiammatorio e immunostimolante.

Altri studi hanno riscontrato miglioramenti sul controllo della glicemia in pazienti diabetici.

Sino ad arrivare a comprendere le proprietà farmacologiche dell’Aloe.

Consiglio la lettura a chiunque voglia approfondire le sue conoscenze su questa pianta dalle molteplici virtù. 

Una sana alimentazione.

aloe4


L’Aloe Vera Gel contiene mucillagine, zuccheri ed enzimi, bevendolo ogni giorno andiamo a migliorare la nostra flora batterica e ad uccidere i batteri e funghi patogeni. Purtroppo con la nostra alimentazione introduciamo molta chimica, sotto forma di additivi o conservanti, cibi troppo dolci o troppo salati, farine raffinate, cibi industriali, salumi, troppi latticini, troppe carni, poca verdura e frutta, così la nostra flora batterica si altera, causandoci stitichezza o diarrea. 


Il nostro Aloe ci viene in soccorso, in un percorso di depurazione dell’organismo. La cosa migliore sarebbe assumerlo regolarmente e insieme ai nostri Probiotici, essendo l’Aloe un prebiotico. Diventa molto utile anche in caso di celiachia.

Non dimentichiamoci che una sana alimentazione è alla base di una buona salute!

Sorridente

I motivi del perchè l’Aloe Vera Gel è un alimento.

Aloe Vera Gel


Oggi vorrei chiarire bene il concetto del perché l’Aloe è un alimento. In breve, senza dilungarmi, giusto per sapere che cosa contiene e del perché consigliamo a tutti di consumarlo. Contiene ben 20 dei 22 aminoacidi di cui necessitiamo. Lo sapevate che dopo l’Aloe Vera l’alimento che contiene più aminoacidi è l’uovo.. ne ha 17, segue il latte intero con 14. Ha tantissime vitamine: del gruppo A, C, E (con funzione antiossidante). Vitamine del gruppo B, compresa la famosa B12, supporto fondamentale per i vegetariani e vegani. E’ ricco di fosfolipidi, fondamentali per veicolare alcune vitamine. Contiene più di 20 minerali , tra i quali: calcio, cromo, fosforo, ferro, manganese, magnesio, potassio, sodio, zinco. Contiene mono e polisaccaridi, zuccheri semplici e complessi (vedi l’acemannano, il principio attivo più importante che si trova nell’Aloe). Ha enzimi, acido acetil salicilico (lo stesso dell’aspirina), lignine e saponine. Per tutti questi motivi viene definito un alimento, anzi un vero e proprio nutraceutico. Importantissimo per l’integrazione alimentare, ma anche come eccellente stile di vita, da consumare sempre, per stare bene e in salute.

Noi siamo quello che mangiamo.

Alimentazione-quiz-300x225


E’ dalle sostanze che vengono assorbite dal nostro organismo che dipende il nostro benessere fisico, mentale, emozionale e spirituale. Oggi purtroppo l’industria ha convenienza a spingere prodotti più adatti alla sua filiera, ma spesso dannosi alla salute. La natura è sempre più messa in disparte, per essere sostituita dalla tecnica, alimentazione con utilizzo di chimica, lieviti chimici, ecc…Ecco perché si rende necessario l’impiego di integratori, per meglio dire nutraceutici, che possano riportare in equilibrio il nostro organismo e andare a colmare i vuoti di questa alimentazione. L’Aloe Vera gioca un ruolo fondamentale in questo, essendo un nutraceutico ricco di ogni sostanza benefica. Aiuta a mantenere giovani i nostri organi, li depura dalle sostanze nocive che introduciamo con il nostro regime alimentare spesso sbagliato.