Archivio mensile:maggio 2018

La menopausa è una nuova tappa della vita di una donna.

Ma è così vero che in questo periodo la donna ingrassa tanto?

La menopausa è sicuramente una nuova tappa della vita di ogni donna.

In questo periodo il metabolismo rallenta il suo passo, ma questo è un periodo della vita in cui più che altro bisogna prestare maggior attenzione all’alimentazione e non solo.

Tanto ci sarebbe da dire sulla menopausa, anche sul piano emotivo della donna, depressione, ansia, caldane, accompagnano questa fase e diventano veri e propri disagi.

Proprio per il fatto che il nostro corpo smette di produrre estrogeni, inevitabilmente ci saranno conseguenze, come ad esempio la ritenzione idrica.

Il segreto a mio parere sta nell’accettare questo momento della vita, pensando che è assolutamente naturale (sono contraria alla terapia ormonale sostitutiva).

Un dottore a me molto caro dice che rappresenta l’età dell’oro, che è in assoluto l’età più bella della donna.   🙂

Ma torniamo a noi:

di sicuro abbiamo bisogno di meno energia, quella in eccesso si trasforma in grasso.

anche il muscolo perde di tonicità, proprio per questo non dobbiamo abbandonare l’attività fisica.

Mangiamo non meno, ma meglio e facciamo attività fisica regolare, anche aerobica, ideale sarebbero 45 minuti al giorno.

Non ultimo viviamo appieno questo periodo della vita con la massima serenità, dopotutto ci sono donne in menopausa belle e in forma.

Non sta a me dirvi cosa mangiare, questo compito lo lasciamo al nutrizionista, ma il buon senso ci porta sempre sulla retta via, quindi via libera a tanta verdura, frutta senza esagerare, pochi zuccheri, pochi grassi, tutte cose che sappiamo molto bene.

Un occhio di riguardo va al calcio, per scongiurare la famigerata osteoporosi.

Anche agli antiossidanti sono molto importanti, perché come sappiamo, ci aiutano a combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento.

E’ importante anche bere molta acqua, per tenerci ben idratate.

Per la verità, la fase più impegnativa per la donna non è neanche tanto la menopausa stessa, ma il periodo che la precede: la premenopausa. E’ in questo periodo che si deve fare i conti con i cambiamenti di transizione.

Questa può durare da poco, a tanto tempo, fino a perdurare anni.

Oggi volevo condividere con te il pensiero che la menopausa non va assolutamente demonizzata, che è una fase della vita della donna in cui affiora con grande forza la consapevolezza che si arricchisce di tanta saggezza.

L’aspettativa di vita è cresciuta di molto, il corpo è molto più in forma e giovanile di quello delle donne delle precedenti generazioni.

Questo per dire che anche questa è un’età che vale la pena di essere vissuta con gioia e serenità.

🙂

 

 

I luoghi comuni sul biologico.

Sono tanti i luoghi comuni sul biologico:

I prodotti biologici sono cari.

I prodotti biologici non sono tanto sicuri come vogliono farci credere.

I prodotti biologici non sono così belli.

Bla Bla Bla…

Tutte dicerie.

  1. Le aziende certificate bio hanno dei costi aggiuntivi per avere questo valore aggiunto, perciò il biologico è più caro (ma neanche più di tanto).
  2. I controlli sono seri e regolari, a tutela del consumatore finale.
  3. Certo, la mela non sembrerà quella di Biancaneve, ma sarà certamente più sana!
  4.  “Tanto l’aria è inquinata, quindi..?!” Sì, ok l’aria è inquinata, ma vuoi mettere… Tramite i metodi biologici possiamo combattere l’inquinamento chimico, del terreno, delle acque, quello farmacologico, genetico…Ti sembra forse poco?

Che l’alimentazione biologica sia più sana è una certezza.

Maggiori vitamine, sali minerali, meno nitrati…

= è più salutare.

Senza contare che anche i prodotti per il corpo biologici sono meglio, a partire dal fatto che rispettano sia la nostra pelle, che l’ambiente in cui viviamo.

Come vedi il mondo bio è migliore di quello convenzionale, e se ci metti che quel pochino di soldi in più che spendi oggi, non lo spenderai un domani in medicine, direi che l’affare è sicuramente fatto! 😉

Sono andata personalmente a visitare diverse aziende che producono biologico e mi sono fatta spiegare i grandi sacrifici che le stesse fanno per avere queste certificazioni.

Non solo, questo a discapito anche delle rese finali, sicuramente inferiori a quelle delle produzioni convenzionali.

Sono aziende con un grande credo, che svolgono a mio avviso il loro lavoro con grande passione ed una marcia in più.

Proiettando i loro sacrifici per un futuro e per un mondo migliore.

🙂