Archivio mensile:ottobre 2017

Inquinamento ambientale.

E’ proprio di questi giorni la notizia che, date le scarse piogge, l’aria risulta essere molto inquinata.

La protezione ambientale è una continua sfida e coinvolge tutti noi.

Tanto ci sarebbe da dire: se pensiamo ai rifiuti industriali, a quelli civili, all’anidride carbonica prodotta nei processi di combustione, e alle tantissime altre forme di sostanze inquinanti.

Non voglio certo farti l’elenco di tutti i problemi che hanno portato il nostro pianeta ad ammalarsi, sicuramente dobbiamo al più presto impegnarci costantemente, ai fini di migliorare la situazione.

Voglio fermare la tua attenzione sui problemi che questo inquinamento porta e porterà sempre maggiormente alla salute dell’uomo.

Come già sicuramente saprai, sono in crescita molte forme tumorali proprio dovute a questo problema.

Qui ti prego di soffermarti, perchè voglio fare con te una riflessione.   

Abbiamo il dovere di migliorare la situazione, facendo nel nostro piccolo le cose necessarie, come la raccolta differenziata, usare l’auto il meno possibile, riciclare quanto più possiamo e via di seguito.

Tuttavia essendo stati fatti molti danni dall’uomo da diversi anni, noi abitanti di questa terra, ci troviamo oggi costretti  a pagare il conto di respirare  un’aria non buona.

Chi abita in certe zone è più penalizzato di altri, in ogni caso l’aria che troviamo fuori dalla porta di casa nostra, risulta essere di pessima qualità.

A questo problema per la nostra salute se ne aggiunge un altro molto importante che è il fumo da sigaretta.

Sì, hai capito bene, quest’ultimo se sommato alle polveri sottili e alle altre sostanze inquinanti, diventa un vero disastro per la nostra salute.

Ora, che fumare faccia male, lo sanno pure i bambini.

Nonostante tutto, ancora oggi tante persone continuano a fumare.

Mi chiedo: perchè le persone continuano ancora oggi, sapendo i danni che il fumo provoca?

Nel dubbio voglio lasciarti all’interessante visione di questo breve video della fondazione Umberto Veronesi:

https://youtu.be/8JyP4lybOfM

Perchè se questo è uno sbaglio che possiamo eliminare dalla nostre vita, continuiamo a farlo? 

Francamente nonostante ci abbia pensato a lungo, la risposta non ce l’ho.

Forse l’essere umano prima si distrugge e poi tenta di curarsi, arrivando spesso troppo tardi.

A livello sociale qualcosa si è fatto, come eliminare il fumo dai luoghi pubblici, ma questo purtroppo non è sufficiente. Anche l’educazione contro il fumo nelle  scuole è  importante, ma nonostante tutto il fumo di sigaretta rimane sempre un vizio che stenta ad andarsene.

Concludo dicendo che la mia voleva essere una riflessione del tipo:

laddove IO posso intervenire per la mia salute così preziosa per la mia vita stessa, perchè NON farlo?????????

Il mondo del Biologico.

Di ritorno dalla fiera più importante del Biologico a Bologna, ho percepito con tanta gioia quanto questo mondo si stia allargando e quanto le persone si avvicinino sempre di più e con più sapere. E’ fuori discussione che oggi ci si informa, si studia, ci si documenta, ci si appassiona, e non c’è posto migliore di questo (per me! ;).

Ci permette di diventare, o già di essere, dei consumatori attenti su quello che mettiamo nel piatto. A tal proposito mi viene in mente un video che ho visto in questi giorni di un dottore che mi è piaciuto molto. Le sue parole mi sono sembrate molto efficaci, per rendere bene l’idea che l’azione più importante che facciamo a tavola la facciamo proprio noi, tutti i santi giorni, ed è quella di portarci la forchetta alla bocca con la nostra mano.

Ecco questa è l’azione più importante, è da qui che comincia tutto, nel senso che questa stessa azione, che ci porta il cibo alla bocca, è di fondamentale importanza ai fini del nostro benessere. Ci porteremo alla bocca cibi che ci faranno bene, o cibi che ci faranno male?

La scelta di mangiare biologico (al di là delle tabelle nutrizionali dei cibi) non può essere che giusta, se io andrò a scegliere una pasta integrale biologica, sarà ai fini del mio benessere.  E se aggiungerò verdure biologiche a seguire, sarà perfetto! Questo è solo un piccolo esempio di come non sia così difficile mangiare bene, mangiare sano.

A quel punto la nostra manina che prende la forchetta e che ci porta alla bocca questo tipo di cibo è una brava manina! 🙂 Scherzi a parte, proviamo a pensare a quanto sia facile cominciare con poco a volerci bene.

L’altro giorno parlavo con una ragazza che ha un’azienda agricola con molti ettari di terreno coltivati con sistema biologico, mi faceva notare quanto questo sia difficile per svariati motivi, ma che nonostante le difficoltà, non cambierebbe metodo e non  mangerebbe per nessun motivo al mondo frutta e verdura con pesticidi. Nonostante si senta ancora dire in giro che il biologico non è sicuro e che il completamente bio non esista. 

Io rimango dell’avviso di non aver dubbi sulla mia scelta di mangiare biologico. Per quanto potrebbero e dico potrebbero esserci tracce di sostanze chimiche, di sicuro ce ne saranno sempre meno che nelle verdure trattate con pesticidi. 

Per concludere: mangiare biologico è sicuramente un’azione intelligente per il nostro benessere.   🙂